ZAK una zebra sopra le righe.

Dalla penna di Cristina Nenna e dalla mano di Roger Olmos, Valentina Edizioni.

 

Conosco Cristina Nenna ormai da un anno ed ho amato sinceramente e profondamente gli altri suoi due libri, Monsieur Lavoisier e il segreto della trasformazione, ed. VerbaVolant e Fatù e la stella dei desideri, Valentina Edizioni, ciascuno poetico, intenso e denso di significati e di possibili letture.

Attendevo con ansia e con gioia l’uscita del suo terzo libro e devo dire che anche questo mi ha sorpreso e affascinato. E vi racconto perché.

Quante volte da grandi o da bambini ci siamo sentiti troppo uguali, indistinti ed indistinguibili, quante volte abbiamo cercato una strada per emergere, per differenziarci dagli altri? C’è chi desidera con tutto se stesso distinguersi e trovare una propria identità originale, diversa, magari straordinaria e c’è chi invece preferisce restare anonimo nella folla e trarre sicurezza e tranquillità dall’apparire uguale a tutti gli altri. Penso alle mode, al taglio dei capelli, agli abiti, per esempio quando ero piccola c’era chi voleva essere considerato un “paninaro” vestendosi da “paninaro” e chi da “metallaro” o da “dark” ed anche quello voleva dire far parte di un gruppo, un gruppo conforme ed uniforme a se stesso. E c’era chi non poteva o non voleva far parte di quel gruppo, ma, allo stesso tempo, faceva parte di un altro gruppo: quelli che non avevano nulla a che fare con i paninari, i metallari e così via.

ZAK è una zebra che soffre a non sentirsi riconosciuta come individuo unico e particolare, sta male a vedersi spesso confusa con gli altri, tenta varie imprese impossibili per cercare di emergere in qualche modo, finché decide di provare a distinguersi cambiando il suo aspetto.

Le zebre sono tutte a righe ed appaiono tutte con le stesse righe. Tutte uguali. Questo pensa ZAK.

 

 

Così, la nostra amica zebra, fa una serie di tentativi per cambiare il suo aspetto, il suo apparire, tentativi complicati, un po’ ingenui, un po’ fantasiosi e sinceramente assurdi. 

Non vi racconto cosa escogita ZAK per ogni suo esperimento, ma vi racconto che, ad un certo punto, la nostra simpatica e ingegnosa zebra capisce che non è quello il modo per emergere o almeno così non può funzionare. Distinguersi dal gruppo modificando il proprio aspetto non è la soluzione e probabilmente è il percorso sbagliato.

 

Le cose non vanno mai come si vorrebbe, soprattutto quando non dipendono esclusivamente da noi e questo ZAK lo capirà affrontando gli eventi esattamente con il suo segno distintivo, che non è il fuori, non è l’aspetto, non è l’abito, ma è la vera sua identità, è qualcosa che ha dentro, che forse lui non conosce, ma che gli altri sanno riconoscere. Probabilmente gli altri, il gruppo, quelli tutti uguali, conoscono ZAK molto meglio di quanto lui conosca se stesso.

 

Consiglio la lettura di questo libro, tra l’altro arricchito dalle splendide ed esplosive illustrazioni di Roger Olmos, a tutti i bambini e le bambine, ma anche ai grandi che pensano che l’aspetto, l’abito possa essere un segno distintivo e che fanno fatica, distratti dall’apparire, a riconoscere il proprio reale valore. Che è sempre qualcosa che tutti custodiamo dentro, una caratteristica, un talento, una virtù, una propensione. Cristina Nenna, in questa storia ci invita ad ascoltarci, a guardarci nel profondo a conoscerci e a riconoscerci. Cose fondamentali per seguire il nostro vero percorso e per affermare la nostra identità reale e non superficiale o artificiale.

Così come imparerà ZAK, la nostra ormai cara zebra sopra le righe. 

Non mi resta che augurarvi buona lettura da me, la vostra libraia :).


Titolo: ZAK una zebra sopra le righe.
Autrice: Cristina Nenna*
Illustratore: Roger Olmos*
Editore: Valentina Edizioni
Prima uscita: Italia 2017
Età: + 5
Formato: cartonato 24,5×33,5 cm
Pagine: 32 p., ill. , rilegato.
ISBN: 9788897870982
Prezzo: € 12,90.
Argomento: Identità, diversità, accettazione, trovare il proprio spazio nel mondo.
Ovviamente lo trovate nella Bottega di TUedIO, se volete ordinarlo potete farlo qui  se volete sapere come cliccate qui che spieghiamo tutto 🙂

*L’autrice Cristina Nenna è nata a Roma nel 1976.

E’ art director e graphic designer  e lavora su brand internazionali. Ha studiato scrittura creativa e narrativa per l’infanzia alla Scuola Holden di Torino e alla Scuola Omero di Roma.

Scrive per magazine in Italia e negli USA. Il primo libro Fatù e la stella dei desideri, Valentina Edizioni ha ricevuto il patrocinio del Comitato Italiano dell’Unicef ed è stato inserito come testo didattico-formativo nel Catalogo Scuola Unicef. Monsieur Lavoisier e il segreto della trasformazione, ed. VerbaVolant è stato il suo secondo libro, anche questo meraviglioso.

*L’illustratore Roger Olmos è nato a Barcellona nel 1975, si è avvicinato al mondo del disegno e dell’illustrazione fin da piccolo, frequentando lo studio del padre, dove è restato affascinato dai libri per adulti più che da quelli “adatti alla sua età”, in particolare dal lavoro di Brad Holland, Caza e Brian Froud. Al termine degli studi inizia un apprendistato all’Institut Dexeus come illustratore scientifico. Successivamente si iscrive alla scuola di arti e mestieri Llotja Avinyò di Barcellona.

Con il passare degli anni e la pratica, tuttavia, decide di dedicarsi all’illustrazione di libri per ragazzi, per seguire le orme di quegli illustratori che tanto lo avevano colpito da bambino. Nel 1999 viene selezionato alla Bologna Children’s Book Fair, dove conosce il suo primo editore, Kalandraka. L’anno successivo pubblica il suo primo libro, Tío Lobo, che nel 2002 viene inserito nella selezione White Ravens dell’Internationale Jugendbibliothek di Monaco.

Da allora si è dedicato quasi esclusivamente all’illustrazione di libri per ragazzi, con brevi incursioni nell’illustrazione commerciale, per riviste o per la televisione, e ha pubblicato oltre una cinquantina di titoli con una ventina di case editrici spagnole e internazionali, come Edelvives, Penguin Random House, Macmillan, Kalandraka, Oqo Editora, Ediciones B, La Galera, Teide, Anaya, Edebé, Planeta, Baula, Logos edizioni, Melhoramentos, Bromera, Editions 62, Pirouette ecc.