Per grandi

PER GRANDI

Corsi ed incontri per mamme:

periodicamente nel Retro Bottega vengono programmati, su appuntamento, incontri per il portare in fascia, per il baby massaggio, per le manovre di disostruzione pediatrica, corsi di ginnastica per le mamme e i loro piccoli o le loro piccole, etc. Tutto portato avanti da professioniste specializzate.

Corsi ed incontri per tutte le donne:

il Retro Bottega si arricchisce di laboratori di espressione creativa per donne, oltre che incontri periodici con altri professionisti in vari ambiti, ad esempio in quello legale.

Cresciamo insieme…anche noi grandi

Se sessant’anni fa la donna, la famiglia appena formata, decideva di avere un figlio, naturalmente, perché era quasi una normale conseguenza diventare genitori dopo esser diventati sposi, e accanto ai futuri mamma, papà, genitori si schierava un esercito di nonni e di zii, oggi le cose sono molto cambiate, il futuro incerto, precario, il lavoro delle mamme che spesso viene messo a repentaglio dalla maternità, l’estrema solitudine in cui si trovano spesso le mamme in fieri, rende più difficile e tortuoso il percorso della crescita dei figli, il percorso dell’acquisizione di una consapevolezza di esser padri e madri. Non c’è più quella famiglia ampia che cresceva i bambini delle sorelle, delle figlie, delle cugine come se fossero propri in un piccolo mondo di esperienza e di amore condiviso, c’è molto più spesso una condizione di prime madri “attempate” che devono conciliare il lavoro con l’attesa, che si informano solo su internet perché la mamma, la sorella, la zia vivono a chilometri di distanza, o a quartieri interi di distanza, che divengono quasi città diverse.

 

E all’esterno della famiglia si trova la stessa solitudine allarmante… Le primipare, che oggi sono più vicine alle trentacinquenni, quarantenni, sono quelle più colpite dalla solitudine… “Senza nessuno al fianco a darti una mano, un consiglio”. Sole con le loro paure, i loro dubbi. Perché la famiglia come struttura sociale d’appoggio si è disintegrata, c’è maggior scollamento tra generazioni, i consultori sono vissuti come strutture gelide, estranee.

Avere un figlio oggi si accompagna spesso alla perdita del posto di lavoro, lavoro e maternità si rivela un binomio quasi sempre impossibile da conciliare. Non solo per la gestione quotidiana, ma proprio perché spesso, dopo aver avuto un figlio, una donna non ritrova più il suo posto di lavoro e cercare lavoro a 34, 38, 40 anni con figli a carico è ormai impossibile.

Ma al tempo stesso, nonostante non ci sia più la struttura accogliente e confortante intorno alla mamma ed al papà, c’è ancora, troppo, l’idea che una donna debba essere per forza madre e moglie. Sempre corrispondere a dei ruoli prefissati dal senso comune.

 

La nostra idea:

La nostra idea è quella di creare uno spazio, che si ponga come punto di riferimento per le donne che siano mamme o che mamme non lo siano e non hanno intenzione di esserlo. Parliamo di incontri per donne che vivono la stessa situazione o che ricercano la stessa attività. Donne che vogliono imparare la tecnica della pittura, del mosaico o leggere un libro insieme e parlarne. Mamme anche in dolce attesa, che hanno bisogno di confrontarsi con altre mamme, hanno voglia di imparare a portare in fascia il proprio piccolino o hanno voglia di rimettersi in moto facendo ginnastica insieme ad altre mamme senza privarsi della vista del piccino o della piccina o che vogliano informazioni sui metodi di disostruzione o su come affrontare i diversi momenti della vita dei figli (pensiamo al desiderio di proteggerli dai rischi dell’oggi: la tossicodipendenza, l’anoressia, il mito dell’apparire, la sensazione che tutto è dovuto, la mancanza di ideali e di valori, la grande sensazione di vuoto e di effimero che accompagna i giovani da quando sono piccoli uomini e piccole donne a quando, cresciuti, si devono riconoscere uomini e donne con una propria personalità, coscienza, prospettiva di vita).

 

Uno spazio in cui parlare, confrontarsi, ritrovarsi. Uno spazio principalmente pensato per bambine e bambini, ma in cui si aprono attività anche per grandi sia in veste di genitori, ma anche per chi genitore non lo è e magari non vuole neanche esserlo. 

Uno spazio in cui aiutare le persone a crescere insieme ed a diventare davvero comunità.

CONTATTI